Apparecchi Medicali


Idrocolonterapia

L’importanza di una mucosa intestinale sana per l’organismo dell’uomo, viene spesso sottovalutata. Proprio lo stile di vita odierna caratterizzato da stress, consumo di nicotina e caffè, uniti a poco movimento, alimentazione sbagliata e diete assurde, portano alla condizione che le tossine da eliminare rimangano troppo tempo a livello intestinale e vengono riassorbite dall’organismo portando così all’auto-intossicazione.

Anche molte sostanze non digerite aderiscono alla mucosa intestinale bloccando così lo spazio vitale necessario ai simbionti. I risultati sono lo squilibrio della flora batterica intestinale, il cambiamento del valore del pH e quindi la possibilità di annidamento di parassiti, vermi, funghi ed altri agenti patologici. Un altro fattore tossico per la mucosa intestinale è sicuramente anche l’impiego esagerato dei farmaci chimici. Al terapeuta specializzato, i sintomi qui di seguito elencati, fanno sempre pensare all’intestino:

allergie, prurito, neurodermatite, sindrome della stanchezza cronica, meteorismo, senso di pienezza, stitichezza, diarrea, feci mal formate, intolleranze alimentari, alito cattivo etc. Nei vecchi libri di medicina si legge spesso che in caso di infezione batterica o virale, viene consigliato di pulire l’intestino. I metodi di lavaggio di una volta erano sicuramente fastidiosi e poco piacevoli per il paziente. Anche il prete Kneipp curava spesso con la pulizia dell’intestino. Così sono nati il clistere, miniclistere, bagno intestinale subacqueo, diarree indotte artificialmente, etc. Con lo sviluppo delle apparecchiature idro-colon, questi vecchi metodi sono stati sostituiti in modo elegante. Queste apparecchiature permettono l’introduzione dell’acqua terapeutica a livello intestinale in modo molto blando, e con il cambio continuo tra riempimento e svuotamento dell’intestino, possono essere asportati anche i depositi fecali, cosiddetti fecalomi, più resistenti.

La colon-terapia è una terapia blanda assolutamente igienica. Il terapeuta che lavora con il C-R-H, Colon-Resonanz-Hydromat, ha anche altre possibilità terapeutiche oltre al semplice lavaggio. Finora l’idro-colon-terapia è stata applicata solo per la pulizia del grosso intestino. Ma oggi con il C-R-H è possibile utilizzare il tempo di lavaggio di ca. 30 min., anche come tempo terapeutico. L’acqua invertita di polarità, permette al terapeuta di ridare all’acqua denaturata dagli impianti di depurazione attraverso una calamita polarizzata, di nuovo lo spin destro (rotazione destrogiro) e così un effetto vitalizzante che serve per stabilire la flora intestinale fisiologica. Tramite la biorisonanza con l’inversione d’onda, è possibile utilizzare in modo terapeutico l’informazione patologica contenuta nel materiale fecale asportato. L’oscillazione captata viene invertita di 180° secondo il principio di risonanza della fisica quantistica e ridato di nuovo al paziente come autonosode insieme all’acqua terapeutica. Con questa stimolazione aggiuntiva si ottiene un effetto di autoregolazione da parte dell’intestino e l’effetto terapeutico viene raggiunto in un tempo molto più breve. Tramite un pozzetto, possono essere aggiunte all’acqua terapeutica, l’informazione patologica in forma invertita da parte di allergeni, urine, saliva del paziente o altre tossine che aiutano ad ottenere ulteriori possibilità terapeutiche.

Colon-Idro-Terapia

L’impiego della colorterapia fa della colon-idro-terapia una vera terapia olistica. Con la possibilità di aggiungere le frequenze dei colori Rosso, Giallo, Verde e Blu, possono essere utilizzate in modo terapeutico, tutti i colori dello spettro cromatico naturale, premendo gli interruttori dei colori corrispondenti. I colori servono da un lato per la tonificazione o sedazione di sistemi organici, cioè sistemi dei meridiani, corrispondenti, ma anche come correlazione dei Chakra, dei denti e, molto importante, della psiche.
Prendiamo semplicemente i colori diversi con i quali il terapeuta ha la possibilità di raggiungere i seguenti sistemi:

Rosso

Cuore/Intestino tenue; Odontone 8; Chakra della radice e la correlazione psichica gioia/cordialità.

Giallo

Fegato/vescica biliare; Odontone 3 della mascella superiore ed inferiore, plesso solare e la correlazione psichica rabbia/furia/ira.

Blu

Rene/vescica; Odontone 1 e 2; Chakra del collo e correlazione psichica ansia/paura/stress.

Verde

Milza/Pancreas/Stomaco; Odontone 6 e 7 mascella superiore, 4 e 5 mascella inferiore, Chakra del cuore e la correlazione psichica preoccupazione/lambiccamento.

I colori possono essere variati premendo più tasti. Con queste ulteriori possibilità dell’acqua invertita di polarità, della biorisonanza con inversione d’onda come la cromoterapia, la colon-idro-terapia diventa una terapia olistica naturale, per la quale il terapeuta non necessita di altro tempo che fare una buona anamnesi olistica e testare l’impostazione per l’apparecchiatura. Con questa combinazione è possibile ottenere una disintossicazione fisica e mentale contemporaneamente la sostituzione di informazioni mancanti.

Svolgimento della Terapia

Durante la colon-idro-terapia, il paziente è comodamente sdraiato in posizione supina sul lettino. L’ambiente, e specialmente i piedi, dove sono localizzate le zone riflessogeni, devono essere caldi, perché altrimenti potrebbe scatenarsi uno spasmo intestinale inibendo così un lavaggio efficace. In posizione laterale si introduce un tubicino di plastica, lo speculo. Con questo tubo l’acqua, con polarità destrogiro, ed attivata, viene immessa nell’intestino.

L’acqua ed il contenuto intestinale sciolto, fuoriescono da un altro tubo per le acqua nere in un sistema chiuso senza rilascio di cattivi odori. Con un blando massaggio della regione addominale, possono essere tastate zone problematiche, sciogliendo così incrostazioni della parete intestinale. Questo fa comprendere come sia necessaria la presenza del terapeuta. La temperatura dell’acqua può essere variata a piacere. La temperatura normale è 36°-37° C. Successivamente durante il trattamento, si arriva con “acqua fredda” alla temperatura di 20°C, effettuando così un “effetto Kneipp”, che provoca spesso una reazione spontanea e piacevole nei pazienti. Tramite l’abbassamento della temperatura viene stimolata la peristalsi e con una temperatura calda l’intestino viene dilatato. Alla fine del trattamento esiste la possibilità di insufflare nell’acqua terapeutica, ossigeno od ozono con max. 0,5 l min. per circa 2 minuti. Tramite un flacone per farmaci, possono essere aggiunti all’acqua terapeutica, se necessario, anche altri liquidi come ad esempio estratti di erbe, olii e altri farmaci.

Sede legale:
Biomed S.r.l. - Piazza Diaz, 2 - I-60123 Ancona (AN) - ITALY
P.IVA IT01359880422 - REA 126214 - Tel./Fax: +39.071.20 17 88
eMail: info@biomedsrl.com - PEC eMail: biomed@mypec.eu